Tuesday, 29 November 2016

frasi arboree


una frase arborea.
parte da un concetto base e si dirama in base alle varie definizioni e precisazioni relative ai rami generati dalla frase.
puoi leggere la frase arborea in modo sistematico oppure perderti in modo confuso tra i suoi rami.

adesso immaginate un libro intero fatto con un bosco di queste frasi-alberi.

nueva evolución vegetal 2


L'albero palla è una sfera rotante vegetale in cui non si distinguono i rami dalle radici.
L'albero palla si muove lentamente affondando le proprie radici grazie al proprio peso: le propaggini più superficiali penetrano e si aggrappano alla terra più superficiale e assorbono i nutrienti del terreno; quando il suolo è ormai esausto le radici si sciolgono la loro presa sul terreno permettendo la lenta rotazione volontaria dell'albero verso terreni migliori e zone più luminose.
I semi sono depositati nel suolo durante le peregrinazioni degli esemplari di questa specie di alberi. 
Il seme cresce e subito dopo aver proiettato i primi rami, la piantina si alza su delle lunghe radici fino a creare la sfera vegetale adulta e a cominciare a ruotare lentamente verso aree più adatte alla crescita.

il dubbio...

le persone hanno molta paura del dubbio.
per esempio:
sia che tu creda a un qualche dio, sia che tu non creda in nessuna divinità, la scelta fu probabilmente fatta in un certo momento del tuo passato e poi, giunto alla conclusione più consona alla tua visione del mondo.... basta.
non ci si pensa più. hai finalmente allontanato in qualche modo il dubbio.

io credo
io non credo

scelte fatte molto tempo fa e portate avanti per coerenza o per correttezza.
oppure solo per allontanare la terribile convivenza con il dubbio.
la paura del dubbio.
la paura di dire: non lo so.
la paura di rimanere aperto davanti a una questione irrisolvibile e che non ha senso cercare di risolvere in convinzioni astratte, ideali e a priori.
ma la paura del dubbio fa che ognuno debba avere una posizione fissa e assoluta a riguardo di queste cose...

il dubbio è scomodo e fa paura.
credere o non credere sono spesso solo modi di scacciare il dubbio il più lontano possibile 

la genética no acepta racismo

Los genes que permiten variaciones dentro de una misma especie ya estable son genes "inocuos", "secundarios" o sea que no dan ninguna ventaja en términos evolutivos.
Eses "genes secundarios" permiten grandes variedades de formas casuales dentro de una misma especie (pelo negro, blanco, amarillo; color de la piel; color de los ojos; manchas de formas y tonalidades diferentes en animales como perros, gatos, vacas etc).
Los genes "importantes", determinantes, en cambio, son los que cuentan en la selección natural y por eso generan una uniformación de las características justamente porque son los genes que hacen la diferencia entre la vida y la muerte.
Los genes que dan ventajas evolutivas son los que excluyen los individuos no-exitosos y determinan rigidez en formas y colores dentro de una misma especie.

Ahora bien, ya que el hombre considera que su propio éxito evolutivo se debe principalmente a la inteligencia, eso demostraría que la variación del color de la piel, que la diferente pigmentación de la piel humana que es variable de grupo a grupo (blancos, negros, asiáticos y un sin fin de variedades intermedias), es justamente variable porque no es determinante (como cualquier otra característica racial dentro del homo sapiens) ya que se desarrolló solo gracias al hecho de no ser crucial y de no tener importancia substancial.

las razas humanas son diferentes tan sólo porqué se diferenciaron en características irrilevantes. Eso es porque variaciones dentro de una misma especie estable existen únicamente en el caso que generen diferencias irrelevantes en términos de capacidades evolutivas (en el caso del hombre, por ejemplo, la inteligencia).

simmetria, geometria

ma se gli esseri umani non fossero evidentemente esseri simmetrici (e quindi se istintivamente non riconoscessero l'assimetria come un difetto, in un certo senso), saremme mai potuta esistere una astrazione come la geometria?
la ricerca ideale di forme perfette non deriverà da un'astrazione istintiva per la cuale il nostro cervello è programmato da sempre?
e se così fosse, esseri non simmetrici svilupperebbero le stesse idee geometriche?
e quante altre scienze astratte (e vere, ed esatte) potrebbe creare un cervello configurato in modo diverso e che noi non riusciamo neanche a immaginare?

just a few countries

how many countries have a name in English that doesn't correspond to the real name local people use for their motherlands? they are not so many indeed: not even 20!


who knows the reason why...!

Sunday, 27 November 2016

passarinhos

prove di disegno in stile Escher insieme a Visnu da Cunha Sarmento: 4 tipi di "passarinhos" che si disegnano uno con l'altro. non male per essere il primo tentativo, no?


etimologia-15

VINHO
Termo que vem originalmente das palavras "Suco de Uva", antigamente esse suco também estava definido como "Suco Uvinho". Essa denomação foi se contraindo ao longo dos anos na simples palavra "Uvinho". Daí popularmente esse termo único de "Uvinho" passou a se confundir com o artigo + substantivo de "O Vinho". E essa elisão da vogal inicial interpretada como simples artigo levou à creação do termo atual de "Vinho".

Tuesday, 22 November 2016

Marghera fuori Laguna!

Premetto che se fosse per me non dovrebbero esistere le petroliere in Laguna, non dovrebbe esserci MOSE, non dovrebbero esserci grandi navi di crociera in Laguna, non dovrebbe esistere Porto Marghera dentro al delicato equilibrio naturale, sociale e storico della Laguna Veneta.

Detto questo, torniamo alla realtà.
I danni sono stati fatti: un gigantesco polo chimico là dove si trova, una stazione marittima per la città lagunare che fa girare la morente economia di Venezia, lavori titanici e devastanti per il micro-ecosistema con l'obiettivo di limitare le maree e le onde che minacciano ciò che resta della Serenissima.
Come potremmo dunque almeno limitare i danni?
Non esporrò qui una idea che "mi piaccia molto" in senso stretto, ma magari potrebbe essere una soluzione alla "meno peggio", almeno. Si tratta di una cosa molto semplice: ESTROMETTERE PORTO MARGHERA DALLA LAGUNA!

Facile no?

In realtà si: si tratta della possibilità di arginare da un lato all'altro il canale artificiale che permette l'accesso alle navi di cargo fino a Porto Marghera.
Il canale esiste, si tratta solo di separarlo dal resto della Laguna.


La Bocca di Malamocco quindi sarebbe concessa al traffico commerciale di Marghera e, già che ci siamo, rendiamo la cosa ancora più sostenibile: ampliamo l'area delimitata con la stazione marittima di Venezia per usufruire del canale separato anche per il passaggio delle grandi navi da crociera.
Il nuovo bacino viene limitato anche dal ponte della libertà che non sarà più permeabile, ma semplicemente un terrapieno chiuso.
La Laguna Veneta verrebbe così separata in 3 bacini: il bacino commerciale e di crociera (il più limitato, una specie di taglio in laguna); il bacino della laguna meridionale (aperto al mare con la Bocca di Chioggia); e il bacino settentrionale (collegato all'Adriatico dalla Bocca di Lido).
Gli argini del nuovo canale di Porto Marghera sarebbero usati come stretta strada locale favorendo la vita degli abitanti del Lido e di Pellestrina (so che non è particolarmente bello togliere forzatamente l'insularità a chi vive tranquillo in un'isola, non necessariamente almeno, ma si fa di necessità virtù).
Gli argini al limite, se convenisse, potrebbero essere usati anche per trainare le grandi navi all'interno del canale (tipo con delle locomotive su rotaie).

Questo progetto può sembrare mostruoso, ma non forse molto di più del MOSE e comunque avebbe un grandissimo vantaggio: quello di separare le acque contaminate (o potenzialmente contaminate) e bloccare le onde giganti delle navi da crociera.
Senza dubbio una dura decisione da prendere, ma sarebbe una triste separazione della laguna che potrebbe almeno salvare l'equilibrio dell'ecosistema della maggior parte dell'area.



visione onirica

dal sogno dell'11-11-'16
la città barocca di Ricerca Petrone.
facciate colorate di cattedrali barocche...